1
     
  • operazione
  • Stanza doppia
  • elisocorso
  • civile drone
3
2

News!!!!  AVVISO AI FORNITORI E PROFESSIONISTI

Si avvisano tutti i Fornitori /Professionisti che inviano Fatture Elettroniche all’ASST degli Spedali Civili di Brescia, che dal 1 gennaio 2017 entrerà in vigore un nuovo formato di fattura elettronica. Si invita pertanto ad adeguarsi alle nuove specifiche tecniche, secondo quanto indicato sul sito: www.fatturapa.gov.it per evitare inconvenienti nella ricezione delle fatture.


A seguito della Legge Regionale 23 del 11/08/2015 e da successivi decreti attuativi, dal 01/01/2016 è istituita

AZIENDA SOCIO-SANITARIA TERRITORIALE (ASST) DEGLI SPEDALI CIVILI DI BRESCIA

 

NUOVI DATI ANAGRAFICI della ASST degli Spedali Civili di Brescia:

Denominazione Ente:  Azienda Socio-Sanitaria Territoriale degli Spedali Civili di Brescia

Indirizzo: Piazzale Spedali Civili n.1 - 25123 Brescia

Codice IPA:  asstb

Codice univoco di fatturazione elettronica: UF27T2

Nome dell’Ufficio:  Servizio Bilancio e Risorse

Cod. Fiscale:  03775110988

Partita Iva:   03775110988

 

Coordinate Bancarie per enti e soggetti PRIVATI: 

AVVISO per NUOVE coordinate bancarie !!!!

Si segnala a tutti i soggetti che dispongono addebiti o accrediti sul conto corrente bancario dell’ASST degli Spedali Civili di Brescia, che a seguito dell’operazione di fusione per incorporazione di Banco di Brescia nel Gruppo UBI Banca S.p.a. dal giorno 20/02/2017 saranno attive le nuove coordinate bancarie (IBAN) di seguito riportate, in sostituzione delle precedenti:

NUOVO IBAN : IT52I0311111224000000015169

UBI BANCA

FILIALE DI BRESCIA OSPEDALI CIVILI - Piazzale Spedali Civili,1 - Brescia

Cod.swift / bic: BLOPIT22

 

Conto Corrente di Tesoreria Provinciale per ENTI PUBBLICI soggetti a Tesoreria Unica:

Banca D’Italia, per i pagamenti effettuati con operazioni di “girofondi” da parte di enti pubblici soggetti a Tesoreria Unica di cui alla L. 29 ottobre 1984, n. 720:
Conto: 319698

 

Conti correnti postali della ASST degli Spedali Civili di Brescia:

C/C 15300247 ASST SPEDALI CIVILI DI BRESCIA CONTRASSEGNO SERV.TES.
C/C 20256251 ASST SPEDALI CIVILI DI BRESCIA SERV.TES. (Ticket)
C/C 10980258 ASST SPEDALI CIVILI DI BRESCIA GARDONE V.T. SERV.TES.
C/C 13620232 ASST SPEDALI CIVILI DI BRESCIA PRESIDIO MONTICHIARI

 

FATTURAZIONE ELETTRONICA:

L’art. 25 del D.L. n.66 del 24 aprile 2014, convertito con Legge, 23 giugno 2014 n.89, ha previsto che a partire dal 31 marzo 2015, le Pubbliche Amministrazioni locali e le Regioni non possano accettare fatture in formato cartaceo, ma solamente in formato elettronico, per il tramite di un Sistema di Interscambio (SDI), secondo le disposizioni di apposito Regolamento approvato con Decreto n.55 del 3 aprile 2013, esclusivamente con apposito tracciato informatico (maggiori dettagli sul sito www.fatturapa.gov.it).
La Regione Lombardia ha stabilito, per tutte le Aziende Sanitarie del Sistema Sanitario Regionale Lombardo e pertanto anche per l’ ASST degli Spedali Civili di Brescia, in aggiunta alla normativa valida a livello nazionale, un Sistema di Intermediazione Regionale tra SDI (Sistema di interscambio) e ASST stessa.

A partire dal 1 gennaio 2016 tutte le fatture emesse dai fornitori dovranno essere intestate alla nuova azienda (nuova denominazione sociale e nuova P.IVA e nuovo codice univoco ufficio).

Si avvisano tutti i Fornitori /Professionisti che inviano Fatture Elettroniche all’ASST degli Spedali Civili di Brescia, che dal 1 gennaio 2017 entrerà in vigore un nuovo formato di fattura elettronica. Si invita pertanto ad adeguarsi alle nuove specifiche tecniche, secondo quanto indicato sul sito: www.fatturapa.gov.it per evitare inconvenienti nella ricezione delle fatture.

Codice univoco di fatturazione elettronica: UF27T2

Dispositivi Medici: indicazioni per la fatturazione elettronica

 

SCISSIONE DEI PAGAMENTI - SPLIT PAYMENT

L’art.1, comma 629, lettera b) della Legge 23 dicembre 2014 n.190 (Legge di Stabilità 2015) attraverso il nuovo art.17-ter, aggiunto al DPR 633/72, introduce nel nostro sistema il meccanismo del c.d. “Split Payment”.

Secondo tale meccanismo, l’Ente Pubblico è tenuto a corrispondere al fornitore il solo corrispettivo dell’operazione fatturata (la base imponibile), mentre l’imposta (I.V.A.) sulla cessione di beni o prestazione di servizi deve essere versata dall’Ente Pubblico stesso all’Erario.

Tale modalità si applica alle operazioni fatturate a partire dal 1/1/2015 e non si applica ai compensi per prestazioni di servizi assoggettati a ritenuta alla fonte a titolo di Imposta sul Reddito (es. Professionisti con Ritenuta Acconto Irpef).

Il Decreto 23 gennaio 2015, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 27 del 3/02/2015, ha stabilito all’art.2, che i fornitori devono emettere fattura nei confronti della Pubblica Amministrazione con l’annotazione “SCISSIONE DEI PAGAMENTI”.

L’importo dell’IVA dovrà essere esposto con indicazione della relativa aliquota.

La circolare n.1/E del 9 febbario 2015 dell’Agenzia delle Entrate ha inoltre chiarito che “la scissione dei pagamenti riguarda le operazioni documentate mediante fattura emessa dai fornitori, ai sensi dell’art. 21 del DPR n.633 del 1972.”

Devono pertanto ritenersi escluse dal predetto meccanismo le operazioni certificate, secondo la legge, in modo diverso da fattura (es. ricevuta fiscale).

L’Azienda pertanto sarà autorizzata a contestare le fatture pervenute senza la citata annotazione “SCISSIONE DEI PAGAMENTI”.

 

 

ultima modifica:  08/03/2017
condividi: Condividi su FaceBook Condividi su del.icio.us Condividi su Segnalo Condividi su NewsVine Condividi su ReddIt Condividi su Google