1
     
  • Grandi Scalinate
  • civile drone
3
2

IL PIEDE TORTO CONGENITO (PTC)

 

   

 

IL PIEDE TORTO CONGENITO (PTC)
   

clicca qui per scaricare il foglio informativo

Una patologia da affrontare con serenità

 

Al fine di risolvere il trattamento entro il primo anno di età del bambino, è  importante che i genitori  collaborino  attivamente  insieme agli specialisti condividendo e attuando i trattamenti. È importante ricordare che i bimbi a cui viene diagnosticato il piede torto, nel 99% dei casi, grazie alle attuali terapie, cammineranno senza problemi.

 

Al momento non si conoscono con certezza le cause del piede torto. I genitori di un bimbo affetto da questo problema non devono affatto allarmarsi: se correttamente curato da esperti il loro piccolo non avrà alcun tipo di handicap e sarà perfettamente in grado di condurre una  normale attività sportiva e sociale. Nel caso di una seconda gravidanza si consiglia comunque di avvertire il proprio giniecologo in merito.

 

Il Cammino verso la guarigione 
La diagnosi può essere prenatale o alla nascita.

Il piede torto può si presentarsi:

  • con il tendine di Achille accorciato  detto anche piede equino.

  • con I’asse maggiore del calcagno è inclinato medialmente (varismo).

  • con l’asse dell’avampiede è inclinato medialmente (adduzione).

  • con l’avampiede ruotato internamente (supinazione ) in modo tale che il piede poggia al suolo con il suo bordo esterno.

Il P.T.C. è correggibile, nei casi più comuni con manipolazioni  e/o gessi e tutori, a cui può seguire una eventuale accorciamento del tendine d’achille.
Nei casi più gravi, alle manipolazione e tutore/gessi correttivi, viene associato un "piccolo" intervento chirurgico verso i 5 mesi di età ed un ulteriore ciclo di manipolazioni e tutori post-intervento.

 

Terapia non chirurgica

Costituita da manovre dolci che tendono a ristabilire la corretta posizione dell'astragalo e del calcagno e a correggere l'adduzione e la supinazione dell'avampiede, la Terapia non cruenta del P.T.C. è costituita da una serie di gessi che progressivamente correggono l'avampiede, senza forzare nella correzione dell'equinismo.
Tutori di vario tipo che hanno gli stessi scopi del gesso e controllano possono se necessario modificare anche i difetti di rotazione della gamba.

 

Terapia chirurgica

Spesso al trattamento incruento residua un certo grado di equinismo che è corretto all'età di 5-6 mesi con l'allungamento del tendine d'achille ed una capsulotomia tibio-astragalica e astragalo calcaneare .

 

ultima modifica:  06/12/2013
condividi: Condividi su FaceBook Condividi su del.icio.us Condividi su Segnalo Condividi su NewsVine Condividi su ReddIt Condividi su Google