1
     
  • operazione
  • Stanza doppia
  • elisocorso
  • civile drone
3
2

Ufficio di Pubblica Tutela (UPT)

Responsabile:

Adriana Baraldi

telefono:

030 399.6679

fax 030 399.6136
e-mail pubblica.tutela@asst-spedalicivili.it
ubicazione Ingresso Satellite: piano terra (vicino alla Scala 7)

apertura al pubblico: martedì dalle ore 10.00 alle ore 12.00; nelle altre giornate su appuntamento.


Nel 2009 la Regione Lombardia ha approvato le Linee Guida relative alla organizzazione e al funzionamento degli Uffici di Pubblica Tutela (D.G.R. n.VIII/10884 del 23/12/2009).

Secondo le disposizioni regionali, l’Ufficio di Pubblica Tutela, che rappresenta una specificità di Regione Lombardia, è un organismo indipendente che opera al di fuori di ogni rapporto di gerarchia, con l’obiettivo di fornire ai cittadini, soprattutto ai più fragili, un supporto per la tutela dei propri diritti, in riferimento ad azioni od omissioni della Pubblica Amministrazione. Ha funzioni di stimolo e di controllo sulla attuazione delle norme di salvaguardia dei diritti dell'utente del Servizio Sanitario Nazionale.
Il responsabile dell’UPT, nominato dal Direttore Generale su proposta del Consiglio di rappresentanza dei Sindaci, è un funzionario onorario (che non riceve alcuna retribuzione) che opera in modo assolutamente autonomo e indipendente dall’amministrazione.
All’Ufficio di Pubblica Tutela possono rivolgersi sia cittadini sia associazioni portatrici di interessi diffusi. Il Responsabile dell’UPT può anche attivarsi autonomamente sulla base di qualsiasi elemento informativo e può legittimamente rivolgersi ai Responsabili delle diverse Unità Operative per richiedere la documentazione necessaria a valutare le problematiche portate alla sua attenzione.

- Relazione attività anno 2011
- Relazione attività anno 2012
- Relazione attività anno 2013
- Relazione attività anno 2014
- Relazione attività anno 2015
- Relazione attività anno 2016

ultima modifica:  25/05/2017
condividi: Condividi su FaceBook Condividi su del.icio.us Condividi su Segnalo Condividi su NewsVine Condividi su ReddIt Condividi su Google