1
     
  • Grandi Scalinate
  • civile drone
3
2


Responsabile:  Sebastiano Guarnaccia

 

segreteria tel. 030 384.9283

segreteria fax 030 384.9284

mail:  coordinatoreHPH@asst-spedalicivili.it

mail segreteria: segreteriaHPH@asst-spedalicivili.it

 

ubicazione:  Via del Medolo n.2 - Brescia (c/o Ronchettino) 

Laboratorio Clinico Pedagogico e Ricerca Biomedica

HPH

http://www.hphnet.org/

Eventi HPH a Brescia convegni  Internazionali

Programmi/Locandine

 

MALATTIE CRONICHE E PROMOZIONE DELLA SALUTE
DAL MODELLO AL SISTEMA

Aula Magna, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Brescia, Viale Europa 11
Lunedì 12 maggio 2014, ore 14.30 – 17.30

Cari Amici,
Le malattie croniche rappresentano la vera sfida della medicina del futuro, soprattutto in un Paese in cui aumenta costantemente la prospettiva di vita. Vivere più a lungo e bene senza  malattia significa "Prevenzione", perseguibile attraverso lo stile di vita. In questa mission  Operatori Sanitari, Istituzioni e Cittadini  diventano "promotori di salute".
Per questo, saremmo lieti di averVi con noi lunedì 12 maggio, alle ore 14.30, presso l’Aula Magna, Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Brescia (Viale Europa 11) all’evento “Malattie croniche e promozione della salute: dal modello al sistema” che rappresenta la continuità di “Io e l'Asma": un modello nato e cresciuto a Brescia in cultura e in ricerca. Saranno con noi due esperti che appartengono ad Istituti nordamericani di grande esperienza nel campo.
Trovate di seguito il programma dell’evento.

Vi aspettiamo, con viva cordialità
 
Sergio Pecorelli
Rettore dell’Università degli Studi di Brescia
_______________________________________________________

Programma scientifico

Ore 14.30 – Benvenuto: Magnifico Rettore

 

The Challenge of Chronic Diseases in the National Health System
  Sergio Pecorelli -Chancellor of the University of Brescia
The Importance of International Collaboration in Addressing Chronic Disease
  Edmund Ricci – Dept. of Behavioral and Community Health Sciences, Public Health, University of Pittsburgh, PA, USA
Clinical Health Promotion and Chronic Disease: An evaluation of “ioEasma” 
  Matthew Masiello – Center for Health Promotion and Disease Prevention, Windber Research Institute, PA, USA

Tavola Rotonda

The Health Promoting Hospitals - HPH Network
Hanne Tonnesen, WHO-HP Copenhagen Collaborating Center

- Ezio Belleri - Azienda Spedali Civili di Brescia 
- Maurizio Memo – Università degli Studi di Brescia
- Carmelo Scarcella – ASL Brescia
- Adriana Boldi - Associazione ALCPeRB
- Sergio Pecorelli – Università degli Studi di Brescia

 Cerimonia Agreement tra
  Università degli Studi di Brescia e Windber Research Institute

  17.30 – Conclusioni

 

Clicca qui per scaricare la locandina dell'evento

 

Implementare la promozione della salute negli ospedali: il ruolo di facilitatore dell'Ufficio Rete HPH Locale degli Spedali Civili di Brescia

La salute è un bene essenziale per lo sviluppo sociale, economico e personale, ed è aspetto fondamentale della qualità della vita. I fattori politici, economici, sociali, culturali, ambientali, comportamentali e biologici possono favorirla così come possono lederla.
Anche gli individui e i gruppi possono diventare soggetti attivi nel perseguimento di uno stato di buona salute quando sono in grado di identificare e realizzare le proprie aspirazioni, di soddisfare i propri bisogni, di modificare l'ambiente o di adattarvisi.
E’ riconosciuto che i professionisti del settore sanitario svolgono efficacemente il ruolo di promotori della salute.
Ma la promozione della salute non è responsabilità esclusiva del settore sanitario, dovendo coinvolgere anche i settori che influiscono sulla salute stessa con un approccio definito “intersettoriale” che preveda, cioè, l'intervento, la collaborazione e il coordinamento di settori diversi dalla sanità (scuola, ordini professionali, pubbliche amministrazioni, ecc.) per realizzare iniziative in grado di migliorare lo stato di salute della popolazione.
Lo sviluppo della comunicazione e la diffusione dei valori della promozione della salute, nella struttura ospedaliera e sul territorio, sposta l'attenzione dei responsabili delle scelte in tutti i settori, a tutti i livelli, creando i presupposti di una nuova cultura consapevole delle conseguenze sul piano della salute di ogni loro decisione, e a una precisa assunzione di responsabilità in merito.
L'Ufficio Rete HPH Aziendale degli Spedali Civili di Brescia si pone quale obiettivo l'applicazione, la divulgazione e l'implementazione locale dei principi per la promozione della salute.
La nostra Azienda ha aderito alla Rete HPH Lombardia nel 1998 e ad oggi numerosi sono stati i progetti presentati.
Una valutazione del lavoro effettuato ha messo in evidenza che le tematiche HPH non sono note in tutti i settori dell'azienda; d'altro canto esiste una progettualità che già include i principi di promozione della salute ma non è stata strutturata in tal senso. Oggi la Direzione Strategica dell’Azienda Spedali Civili ha dato mandato per potenziare l'attività di comunicazione al fine di diffondere i principi HPH ed effettuare una mappatura dei progetti in essere strutturandoli secondo i principi e le finalità HPH.
Tenendo anche conto delle ultime indicazioni dell’Ufficio HPH Regionale a mettere in campo progetti integrati, l'Ufficio Rete HPH Aziendale, fondato sul concetto di progettualità partecipata, può essere definito quale facilitatore del processo per il raggiungimento degli obiettivi HPH in modo più efficace, chiaro e condiviso, mediante il coinvolgimento di varie realtà aziendali ed extra-aziendali (ASL, Enti Locali, Università, Terzo Settore, Ordini Professionali, ecc...).

 

Nuove conoscenze prevedibili attraverso il progetto ed impatto previsto sul Servizio Sanitario Regionale

Il processo comunicativo strutturato e attuato dall’Ufficio Rete HPH Aziendale, si pone l’obiettivo di incrementare la diffusione della cultura della promozione della salute tra gli operatori sanitari.
Essi sono i partner essenziali del sistema sanitario, che svolge la funzione di ruolo-guida per la creazione di condizioni corrette per la salute nella società.
Il progetto ambisce, inoltre, allo sviluppo dell’approccio “intersettoriale” che prevede l'intervento e la collaborazione di settori diversi dalla sanità (scuola, ordini professionali, pubbliche amministrazioni, ecc.) per realizzare iniziative in grado di migliorare lo stato di salute della popolazione.
Numerose ricerche dimostrano che investimenti in salute producono dividendi.
A fronte quindi di investimenti in attività di promozione della salute, il Servizio Sanitario Regionale riscontrerà guadagni sia in termini economici oltre che di salute.

EVENTI HPH 2013

May 22-24, 2013
Gothenburg, Sweden

For the program of the 21st International 
Conference on Health Promoting Hospitals and Health Services (HPH) in May 2013, 
the Scientific Committee decided to focus  on approaches and tools to develop more health oriented health services.

Abstract Submission

Programma della conferenza

http://www.hph2013.com/

Hospitals and Health Services towards a More Health Oriented Health Service: An issue of body and mind.

The Contribution of HPH to Health 2020

Progetto “Io e l’Asma” Promozione della salute e stili di vita nelle malattie respiratorie croniche


Brescia, 15 giugno 2013
Sala Apollo, Rettorato Università degli Studi di Brescia, Piazza del Mercato, Brescia

Metodologia applicata

  • Incontri con il Comitato Tecnico Scientifico
  • Incontri con il Gruppo di Lavoro HPH e sottogruppi su temi specifici

  • Attività di supporto e monitoraggio ai progetti presentati

  • Sviluppo di un network dedicato

  • Progettazione e realizzazione di corsi di formazione per gli operatori sanitari aziendali

  • Progettazione e realizzazione di momenti formativi/informativi territoriali

  • Attività di sensibilizzazione aziendali e territoriali

  • Applicazione del manuale di autovalutazione

  • Attività di fund raising settore pubblico e privato 

 

ultima modifica:  27/07/2016
condividi: Condividi su FaceBook Condividi su del.icio.us Condividi su Segnalo Condividi su NewsVine Condividi su ReddIt Condividi su Google