1
     
3
2

dettaglio della notizia

Questa è la pagina di approfondimento della notizia che hai scelto.

Accesso alla struttura: Regolamento e modulistica

notizia pubblicata in data : giovedì 05 ottobre 2023

 

Accesso agli spazi della ASST Spedali Civili:

indicazioni per utenti, visitatori, caregiver e accompagnatori

 

 

PREMESSA

 

Si ricorda che i cittadini positivi al SARS-CoV 2 non devono assolutamente entrare in contatto con i pazienti fragili e frequentare gli Ospedali, nonché le Strutture Socio-sanitarie e Socio-assistenziali territoriali.

Si richiama quanto previsto dall’ordinanza del Ministero della Salute del 28/04/2023, vigente fino al 31/12/2023, e dalle relative indicazioni integrative alla nota regionale n. G1.2023.0018860 del 17/05/2023 e n. G1.2023.0034469 del 01/09/2023

All’interno delle Unità Operative e UDO Socio-sanitarie che ospitano pazienti fragili, anziani o immunodepressi, specialmente se ad alta intensità di cura, identificati dalle Direzioni Sanitarie delle Strutture stesse, è fatto d’obbligo per utenti, visitatori, caregiver e accompagnatori l’utilizzo dei dispositivi di protezione respiratoria; si raccomanda l’utilizzo del filtrante FFP2.

 

 

PER IL PRESIDIO OSPEDALIERO DI BRESCIA

 

E’ obbligatorio indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie, preferibilmente filtrante FFP2, per utenti, visitatori, accompagnatori e caregiver nelle seguenti Unità Operative e Servizi:

Pronto Soccorso, Oncologia, Ematologia, Centri Trapianto Midollo Osseo, Centro Trapianto Rene, Dialisi, Oncoematologia Pediatrica, Terapie intensive, Reparti di Malattie infettive, Terapie Sub-intensive (Stroke Unit, Unità Coronarica, Medicina D’urgenza, Medicina 2 e 3), Neurologia 2, Pneumologia, Cardiochirurgia, Chirurgia Toracica, Geriatria, Subacuti, Riabilitazioni, Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura (SPDC).

Ambulatori dei reparti suddetti, Macroattività Ambulatoriali ad alta complessità assistenziale (MAC), Day Hospital e Day Surgery dei reparti suddetti; aree COVID ovunque siano situate.

 

 

INDICAZIONI DI ACCESSO VALIDE PER TUTTI I PRESIDI

 

  • L’accesso è consentito solo attraverso i varchi pedonali (ad eccezione dei visitatori con disabilità forniti di “contrassegno invalidi” in corso di validità che possono accedere dal passo carraio)
  • È consentita la presenza di un visitatore alla volta, per paziente, per un tempo non superiore ai 45 minuti.

  • È possibile la presenza di un solo visitatore per paziente SARS-CoV 2 positivo, per un tempo non superiore ai 45 minuti ed è obbligatorio l’utilizzo dei Dispositivi di Protezione Individuale (DPI) come avviene per il Personale sanitario.
  • È vietato l’ingresso in Ospedale ai visitatori di età inferiore ai 12 anni
  • È vietato l’ingresso ai varchi in caso di febbre e/o sintomi respiratori
  • È raccomandata l’igienizzazione della mani

 

 

ORARI DI VISITA

Presidio Spedali Civili di Brescia, Gardone VT, Montichiari: 

dal lunedì al sabato: ore 18:45-20:30
domenica e festivi: ore 14:30-16:30
Presidio Ospedale dei Bambini
dal lunedì al venerdì: ore 18:45-20:30
sabato, domenica e festivi: 14:30-16:30 

 

 

 

ACCESSO PER ASSISTENZA CONTINUATIVA OLTRE L’ORARIO DI VISITA

 

Possono prestare assistenza continuativa non sanitaria, anche notturna, con accesso libero durante tutto l’episodio di ricovero i caregiver delle seguenti categorie di pazienti:

 

  1. Minorenni
  2. Donne ricoverate per parto, puerperio o complicanze della gravidanza
  3. Condizioni di fine vita
  4. Disabilità fisiche/psichiche (a giudizio clinico)

 

Per tali caregiver è fatto d’obbligo la frequente igiene delle mani e l’utilizzo del dispositivo di protezione respiratoria, preferibilmente il filtrante FFP2, da indossare durante tutta la permanenza.

Si precisa che per i caregiver dei pazienti SARS-Cov 2 positivi, relativi alle tipologie di pazienti suddetti (1,2,3,4) è d’obbligo l’utilizzo dei Dispositivi di Protezione Individuale (DPI) come avviene per il Personale sanitario.

Per tutte le altre categorie di pazienti non contemplate nei punti di cui sopra (1.2.3,4) e bisognosi di assistenza continuativa, a giudizio clinico del medico di reparto/servizio e condiviso con i rispettivi Direttori, è comunque consentito ai caregiver che ne facciano richiesta (tramite modulo dedicato) la possibilità di accesso e di prestazione di assistenza continuativa; per tali categorie è esclusa l’assistenza continuativa ai pazienti ricoverati con test positivo a SARS-CoV 2.

 

Per tutti i caregiver è necessario verificare le seguenti condizioni:

  • Utilizzo del dispositivo di protezione respiratoria, preferibilmente FFP2, durante tutta la permanenza

  • Assenza di sintomi respiratori

  • Esecuzione di Test antigenico SARS-CoV2, con esito negativo al primo ingresso e, successivamente, ogni 7 giorni per tutta la durata della degenza

  • Il Test antigenico, qualora non eseguito dal caregiver nelle 24/48 ore antecedenti l’ingresso, può essere effettuato a carico dell’Unità Operativa/DH/MAC/Servizio.

  • E’ preferibile che il caregiver sia sempre la stessa persona.

 

Scarica il modulo di richiesta per caregiver

 

 

ACCOMPAGNATORI

 

E’ previsto un accompagnatore/caregiver/badante di utente/paziente con definite condizioni cliniche o socio-assistenziali di particolare impegno e che devono effettuare prestazioni ambulatoriali (incluso il Pronto Soccorso) o destinati a ricoveri (da concordare con l’Unità Operativa).

Alle stesse categorie di cui sopra è consentito l’accesso fino alle sale d’attesa esterne (Ambulatori e Pronto soccorso ove presenti per le "prestazioni ad accesso unico/non frequente"), al massimo ad un accompagnatore per paziente, munito di dispositivo di protezione respiratoria, preferibilmente filtrante FFP2.

 

Nel caso in cui fosse necessaria, per le stesse categorie, la presenza dell’Accompagnatore all’interno degli ambulatori, è consentito al massimo un accompagnatore per paziente munito di dispositivo di protezione respiratoria, preferibilmente filtrante FFP2

 

E’ vietato l’ingresso ai varchi in caso di febbre e/o sintomi respiratori

La sicurezza degli utenti/pazienti e di tutte le persone che, per diversi motivi, devono accedere negli spazi della ASST è la nostra priorità: per questo, nel caso in cui le condizioni sanitarie e/o logistiche degli spazi non venissero ritenute idonee dal Personale in quel momento presente nelle Unità Operative/Servizi e nelle sale di attesa, l’accesso potrebbe temporaneamente essere precluso (ad esempio: per evitare sovraffollamento).

 

La ASST Spedali Civili invita utenti/visitatori/accompagnatori e caregiver a seguire sempre le indicazioni del Personale in servizio.  

 

 

ALCUNE REGOLE DI COMPORTAMENTO PER I VISITATORI

 

La ASST Spedali Civili si impegna a garantire al paziente il mantenimento delle relazioni familiari e sociali.

Tenuto conto delle condizioni dei pazienti, delle Strutture e delle esigenze assistenziali, è necessario osservare alcune regole, pertanto, ai visitatori dei pazienti viene richiesto:

 

  • Il rispetto degli orari di vista al fine di non intralciare le normali attività assistenziali nelle Unità Operative e UDO Sociosanitarie
  • Di evitare il sovraffollamento delle stanze di degenza, limitando a 1 solo visitatore alla volta per paziente

  • Di tenere un comportamento corretto, rispettoso dell’ambiente e delle esigenze degli altri degenti
  • Di non portare ai pazienti cibi, medicinali, bevande che potrebbero interferire con le pratiche diagnostiche e terapeutiche in atto
  • Di non fumare, se non dove indicato all’interno del perimetro dell’ASST

 

 

Il paziente può rifiutare visite sgradite e il Personale è tenuto a far rispettare tale scelta

Anche durante l’orario di visita potrà accadere che l’accesso alle stanze sia temporaneamente limitato per esigenze assistenziali.

 

 

ultima modifica:  12/02/2024
condividi: Condividi su FaceBook Condividi su del.icio.us Condividi su Segnalo Condividi su NewsVine Condividi su ReddIt Condividi su Google